Lista civica “uniti per s.agata bolognese

“Non cambiare chi ha iniziato a cambiare”

Per ulteriori informazioni:  info@unitipersantagata.it

Per ulteriori informazioni:  info@unitipersantagata.it

Per ulteriori informazioni:  info@unitipersantagata.it

Elaborazione alternativa: legalità
Elaborazione alternativa: buona amministrazione
Elaborazione alternativa: trasparenza
Elaborazione alternativa: legalità

Dal momento in cui, all’inizio del giugno 2014, abbiamo assunto l’amministrazione del Comune, ci siamo posti, fra i principali obbiettivi, quelli di agire con legittimità e regolarità e di gestire i servizi comunali in maniera virtuosa nell’interesse della Comunità.

LEGALITA’

Per comprendere la portata del lavoro svolto dall’attuale Amministrazione è opportuna una breve premessa sull’operato dei Sindaci precedenti. Infatti, questi ultimi non avevano mai reso noti i numerosi rilievi critici formulati dalla Corte dei conti in merito alla loro gestione finanziaria del bilancio comunale. In particolare, la Corte dei conti, ha dato valutazione sui bilanci precedenti alla nostra Amministrazione che di seguito solo in parte riassumiamo:

Irregolarità contabili

uso improprio delle risorse.

incapacità  nella riscossione dei crediti

eccessivo ricorso all’indebitamento attraverso l’accensione di mutui.

partecipazione dell’Ente in Società con bilanci in forte perdita.

mancata ripartizione dei proventi derivanti dalle multe della Polizia Municipale

atti contrari ad una sana gestione finanziaria.

Ed infine, la Corte dichiara: "...la mancata predisposizione del programma relativo agli incarichi e la mancata previsione nel Bilancio Preventivo dei limiti di spesa costituiscono una violazione di legge". Questi i giudizi dei Magistrati Contabili su chi ci ha preceduto.

L’attività dei precedenti Amministratori causava grosse difficoltà alla gestione del Comune, a cui facevano fronte con l’aumento indiscriminato di imposte e tasse fino al massimo consentito dalla legge. Questo succedeva anche negli anni in cui era Assessore al Bilancio l’attuale candidato Sindaco dell’opposizione.

Ma il picco della finanza “creativa” raggiunto dai precedenti Amministratori per fare pagare direttamente ai cittadini spese che per legge non erano previste, è stato raggiunto creando la famigerata società Virgilio, con l’invenzione di un canone di manutenzione sulle tombe perpetue, che poi la stessa Regione, a seguito di una nostra battaglia politica, ha dichiarato non dovuto.   

Ben diverso è stato il giudizio della Corte dei conti nei confronti dell’attuale Amministrazione, dichiarata l’unica in regola sulla trasparenza degli Enti.

Elaborazione alternativa: buona amministrazione

L’attuale Amministrazione fin da subito ha inteso dare un segnale di rigore e di serietà politica attraverso:

· la rinuncia all’utilizzo delle auto del Comune da parte di Sindaco e Assessori (ciascuno ha usato la propria!!!).

· la rinuncia ad ogni rimborso spese (mentre i precedenti Amministratori ne avevano fatto sostanzioso ricorso).

 

La nostra Amministrazione è riuscita a:

· mettere a norma edifici pubblici (3 scuole + Palestra) e a realizzare importanti opere, nonostante la pesante eredità di 51 mutui per un ammontare di 5.707.317,00 (rata annua di circa 600.000,00) e una progressiva riduzione di entrate dello Stato.  

· ridurre il debito ad 4.462.891,00 diminuendo i mutui a 30.

· recuperare crediti per fidejussioni (ICEA) che per la negligenza dei precedenti Amministratori erano sull’orlo della prescrizione.

· dismettere le partecipazioni in alcune società che presentavano pesanti perdite di esercizio.

· eliminare il canone di manutenzione sulle tombe perpetue (c.d. tassa sui morti).

· ottimizzare le sedi scolastiche dismettendo la locazione di Villa Pederzini (circa 70.000,00 annui) con reimpiego delle risorse sempre a favore della Scuola.

· favorire la raccolta fondi pro-scuole attraverso varie iniziative (“Uno scontrino per la Scuola”, “5per1000”, sostegno ai Comitati Genitori, ricerca sponsor privati e patrocini).

Elaborazione alternativa: trasparenza

In questi anni di mandato abbiamo investito molto sul tema della TRASPARENZA: Sant’Agata Bolognese rappresenta oggi una virtuosa eccezione nel panorama generale. Sono MAGISTRATI delle Corte dei Conti a confermarlo. Per chi non lo sapesse, la Corte dei Conti è l’istituzione massima che svolge il fondamentale ruolo di garanzia e di controllo della corretta gestione delle risorse pubbliche.

Nella deliberazione n. 32  del 24 marzo 2016 la Corte dei Conti, sezione regionale di controllo per l’Emilia Romagna, riconosce l’agire virtuoso del Comune di Sant’Agata Bolognese, in alcuni casi presentato come esempio isolato di Amministrazione trasparente e pienamente adempiente agli obblighi di legge. Ad esempio, in merito all’andamento dei piani di razionalizzazione delle società partecipate in Emilia Romagna si può leggere che: “molti Enti non ne hanno fatto alcuna menzione (…), altri ne hanno dato una rappresentazione incompleta; solo il Comune di Sant’Agata Bolognese ne ha dato una rappresentazione completa”. Tra i Comuni che non hanno fatto alcuna menzione di quanto richiesto dalla normativa compaiono tristemente tutti gli altri Comuni di Terre d’Acqua.

Inoltre, nella deliberazione si legge che solo 7 Comuni (tra cui quello di Sant’Agata Bolognese) su 55 hanno indicato una quantificazione del risparmio derivante dai piani di razionalizzazione. Si tratta di un obbligo previsto espressamente dalla normativa. Anche in questo caso gli altri Comuni di Terre d’Acqua non compaiono tra i Comuni virtuosi.

Un ulteriore riconoscimento dell’agire trasparente del nostro Comune lo potete riscontrare semplicemente cliccando sul sito internet del Ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione “Bussola della Trasparenza” (http://bussola.magellanopa.it): il Comune di Sant’Agata Bolognese presenta ottime valutazioni.